La Sogin, Società Gestione Impianti Nucleari Per Azioni, ha indetto un bando con scadenza il giorno 02 Ottobre 2015 riguardo la progettazione esecutiva ed esecuzione dei Lavori riguardante l’adeguamento a deposito temporaneo di rifiuti radioattivi dell’edificio ex Compattatore della Centrale del Garigliano per un importo presunto di 2.222.766,25 Euro.

Il deposito temporaneo come già è stato spiegato dagli stessi ingegneri a Generazione Aurunca durante i due giorni di Open Gate alla Centrale del Garigliano risulta indispensabile in vista della demolizione del camino, una struttura alta circa 95 metri utilizzata negli anni dell’attività della centrale per lo scarico degli effluenti aeriformi.

I lavori dello smantellamento si svolgeranno in quattro fasi. Nella prima si realizzerà un mock up del camino alto 12 metri che permette di collaudare i sistemi e i macchinari che saranno impiegati nella decontaminazione e demolizione del camino e di formare il personale. Verranno quindi svolti lavori di consolidamento della struttura per garantire che tutte le attività si svolgano nella massima sicurezza. La terza fase riguarderà invece la decontaminazione, tramite scarifica, delle pareti interne e lo smantellamento della struttura. I lavori di scarifica saranno svolti da un robot di tecnologia italiana, appositamente progettato e costruito, che sarà movimentato in remoto dall’esterno. Al termine, nello stesso punto sarà realizzato il nuovo camino alto 34 metri. Un’altezza quasi tre volte inferiore a quella dell’attuale, sufficiente per lo scarico degli effluenti aeriformi necessari per le prossime attività di decommissioning.

Generazione Aurunca per il territorio