La situazione commerciale della Città di Sessa Aurunca sta vivendo un momento non molto semplice. La crisi economica, di rilievo nazionale ed internazionale, ha decisamente colpito la nostra zona, già abbastanza precaria. In questi anni, infatti si sono registrate molte chiusure di attività commerciali, soprattutto nel centro storico, antico cuore pulsante del borgo. Quanti però riesco a rimanere in piedi, nonostante il duro colpo, decidono di restare, decidono di crederci, di fare una scelta che il tempo premierà.

Accanto a questa triste situazione, c’è l’assenza di incentivi comunali per le nuove aperture e per quanti già esercitano l’attività da vari anni, mancando iniziative politiche in tal senso. In molti comuni d’Italia sono previsti interventi quali: riduzione/azzeramento tributi comunali a tempo determinato per i giovani che decidono di investire nel centro storico, riduzione imposte comunali per quanti attuano un canone di locazione basso ed altro ancora…

Nonostante la situazione, però, e nonostante la mancanza di un qualsivoglia incentivo locale, ieri a Sessa Aurunca, un giovane concittadino, Francesco Paolucci, ha deciso di investire, inaugurando la sua merceria/tessili/hobbisticaIl Gomitolo”, a Corso Lucilio. Non solo ha scelto di restare, ma ha scelto di credere nella propria città, nella propria gente, nella propria terra, compiendo un salto nel vuoto.

Generazione Aurunca, complimentandosi con Francesco ed augurandogli un prolifico futuro, si farà portavoce di queste istanze ed, attraverso la propria rappresentanza consiliare, chiederà all’amministrazione di intervenire con forza e decisione per cercare di dare una piccola “boccata d’ossigeno” a quanti, con coraggio, investono nel territorio ed a quanti, con altrettanto coraggio, hanno scelto di non arrendersi e di continuare ad essere “commercianti” di questa città.

Una foto dell’inaugurazione