Riceviamo e pubblichiamo la nota dell’ Ing. Arturo Matano, in cui egli stesso evidenzia  “lo scarso interesse che serpeggiava attorno alla Commissione stessa ed il basso profilo che le si voleva dare da parte degli amministratori locali”.

“Certo, è chiaro -continua- che se non si inverte questa linea di tendenza in atto, anche io alla fine sarò costretto a seguire i colleghi che mi hanno preceduto nel rassegnare il mio incarico di tecnico nucleare della Commissione.”

Dopo le dimissioni di due illustri componenti, ecco un’ altra minaccia di dimissioni da una commissione nucleare che, a quanto pare, non ha mai funzionato.

Qui il testo integrale della nota—->dimissioni