Ci continuano ad arrivare segnalazioni da parte dei numerosi pendolari del Territorio Aurunco sull’increscioso controsenso che si sta determinando relativamente alla Stazione Sessa Aurunca- Roccamonfina.

Ai continui disagi strutturali come l’assenza di parcheggio, lo spiazzale dissestato e continuamente allagato, corrisponde una sempre presenza di controvvenzioni nello spiazzale suddetto, nonostante il Comune avesse dichiarato di non avere competenza su quel tratto.

Ossia, il Comune di Sessa Aurunca per bocca dl Vicesindaco-Assessore ai lavori pubblici Italo Calenzo, a seguito dell’allagamento dello spazio circostante lo spiazzale dello Scalo, ha dichiarato di essere in dubbio sulla competenza comunale in quel tratto a favore delle Ferrovie dello Stato.

A si? E coma mai in questi anni, in quel tratto di “incompetenza comunale” si sono tartassati gli automobilisti che hanno sostato, tramite la Polizia Municipale (che fa il suo lavoro)?

Anche brevi soste di pochi minuti sono stati sanzionati…poi, quando si tratta di aggiustare quel tratto per il benessere dei cittadini e degli utenti…allora si diventa incompententi.

La realtà è una altra. Putroppo il Comune di Sessa Aurunca ha ricevuto un diniego per il finanziamento di un parcheggio in quella zona per aiutare i pendolari costretti a parcheggiare ovunque. Ciò, anche perchè, il nostro comune da vari anni si indebita per opere spesso inutili ed alla fine i rubinetti sono stati chiusi.

Generazione Aurunca si era impegnata in prima linea grazie all’amico Genovino e ai tanti pendolari con una raccolta firme per intervenire sul problema, una battaglia che proseguiremo con decisione sperando di risolvera nel prossimo anno.

GA?????????????