I rappresentanti degli studenti del Liceo Scientifico E. MAJORANA di Sessa Aurunca, Michele Pecoraro, Marco Paparcone ed Antonio Scialò in collaborazione con i rappresentanti provinciali della consulta Armando Iacobucci e Marco Paparcone hanno realizzato in queste ore una ottima opera di mediazione con la Provincia di Caserta, grazie anche all’impegno del dirigente Giovanni Abbate, per la risoluzione dell’annoso problema della palestra dell’Istituto.
Due giorni di intensa protesta che ha raggiunto i primi risultati tangibili.
I rappresentanti del Liceo hanno anche interessato del problema Generazione Aurunca e il rappresentante di Ga nell’Agis Enrico Forte, la quale si è prontamente attivata.
È proprio Armando Iacobucci a ringraziare i compagni e a ribadire la costante attenzione di tutti verso i problemi che potrebbero sorgere anche in futuro: “In questi giorni noi, 600 ragazzi dell’A.Nifo (sezione Scientifico), abbiamo deciso di protestare non soltanto a causa della mancata tempestività dei lavori di risanamento della nostra palestra, bensì abbiamo aperto gli occhi, tra di noi c’è stato un lungo dibattito e siamo arrivati ad avere la consapevolezza che oggi abbiamo questo disagio, domani ne avremo un altro e dopodomani un altro ancora, nulla cambierà finché non ci sarà qualche ferito.
In Italia le cose funzionano così, specialmente nel nostro territorio; tutto ciò a noi non sta bene, d’ora in poi metteremo sempre in difficoltà le istituzioni che non rispettano i nostri diritti.
Personalmente sono molto soddisfatto dell’atteggiamento dei miei compagni, un giorno saremo noi la classe dirigente, dobbiamo avere un’etica civile corretta ed incorruttibile per poi tramandarla a nostri figli, speriamo di dare un buon esempio anche ad altri ragazzi al di fuori del nostro Istituto.”
GA