Riceviamo da A.A. una segnalazione inerente all’assegnazione dei contributi straordinari (di 100 euro) per persone in difficoltà, deliberati lo scorso Marzo.

La solita beffa: il comune promette €100 e paga €94,50!
In riferimento al bando del 16/03/2016 che prevedeva un contributo straordinario di €100,00 per le famiglie che riversano in situazioni disagiate, il comune è stato poco chiaro. I contribuenti che hanno comunicato un codice iban -come richiesto dai dipendenti comunali di competenza- per l’accredito del contributo, si sono ritrovati con €5,50 in meno. Ora, ogni cosa ha un costo e ci sta che si paghino le cosiddette commissioni di bonifico per la “comodità” di non recarsi a ritirare l’assegno presso l’ufficio di competenza e trovare i soldi,invece, direttamente sul proprio conto corrente. Il problema sta nella poca chiarezza del comune,in quanto potevamo specificare nel bando stesso che ci sarebbero stati dei costi se si fosse comunicato un codice iban.

Un’ inopportunità formale, a quanto pare, di cui alcuni cittadini già si sarebbero lamentati con i propri centri di assistenza fiscale e con gli uffici stessi. Generazione Aurunca, tramite il proprio consigliere Alberto Verrengia, cercherà di capire i motivi di questo malinteso, non tanto perché incisivi su questa questione ma affinché, con l’esperienza, si possano evitare in futuro.