Il 2014 è stato un anno complesso e particolare. Di certo, per tutti, nessuno escluso, è stato l’anno più feroce della crisi economica che ha avvolto tutto il paese,  ma che è stata particolarmente virulenta nel Territorio Aurunco.

Purtroppo, l’anno che ci sta lasciando ha raccolto più momenti difficili che momenti di gioia. Noi abbiamo individuato i 10 momenti, a nostro avviso,  più rilevanti dei 12 mesi, tutti avvenimenti,  cui Generazione Aurunca ha affrontato sia con l’informazione del Blog o con l’azione diretta sul territorio.

Gli eventi sono stati scelti anche sulla base dell’attenzione che hanno avuto sul nostro sito e nell’opinione pubblica in generale.

 

1 – Gennaro Galdiero, un imprenditore esemplare.

images

Per giorni interi, l’intera cittadinanza aurunca cade in un profondo shock. Uno degli impreditori più apprezzati del meridione, Gennaro Galdiero, viene barbaramente ucciso da uno dei suoi soci della Cooperativa Sirena, il reo confesso Pasquale Savanelli.

Dopo un pranzo consumato insieme presso un ristorante in Caianiello, Savanelli uccide senza pietà il suo amico e collega. Resteranno numerosi, i misteri sul movente e sulla dinamica.

Gennaro Galdiero lascia una moglie e due figli,  la seconda  nata successivamente al suo decesso.

Il buio cala sul territorio aurunco per giorni interi. Abbiamo perso un grande imprenditore, un ragazzo ricco di iniziativa.

 

2 – Sessana,  un sogno che illumina lo sport aurunco.

imagesFEBWJJ24

Una annata gloriosa per la squadra di calcio della città di Sessa Aurunca. La US Sessana 1915 condotta dal Presidente Isidoro Vrola, raggiunge la tanto sospirata Eccellenza, dopo una cavalcata esaltante. Un società ed una squadra compatta e piena di passione che verrà irrobustita nel settembre con l’innesto di campioni come Dino Fava. Il sogno continua ed un pensiero speciale va al capoultras della Sessana, scomparso durante l’anno Silvio Ragnino.

 

3 – Striscia la Notizia sbarca nei Comune di Cellole e Sessa

ddd

Tante volte è stato “minacciato” l’avviso alla nota trasmissione di Canale 5 per i disservizi del territorio ed alla fine è arrivata sul serio. Striscia la Notizia con l’inviato Luca Abete, grazie all’impegno della associazione Big Brother Ambiente,  ha affrontato il serio problema idrico di Casamare coinvolgendo i Sindaci di Cellole e Sessa.

4 – I due Michele. La sofferenza di un popolo.

  untitledwww

Due ragazzi speciali, due frazioni Cascano e Fasani unite da due drammi troppo simili e dolorosi. Michele D’Angiolella e Michele Di Mambro perdono la vita a distanza di pochi mesi nel territorio aurunco a causa di sinistri stradali. La comunità aurunca resterà scioccata in entrambi i casi, poichè i Michele erano uniti dall’affetto, stima ed apprezzamento di tutti.

5 – Baia Domizia. Mai così male.

imagesHU3THO7I

Una estate da dimenticare per la nostra amata Baia Domizia sia territorio di Sessa che di Cellole. Responsabili di tale disastro sono il clima e la malagestione amministrativa.

Luglio, un mese piovoso e bizzarro,  lascerà vuote spiagge e case ed un Agosto di tensioni tra commercianti, pro loco ed Amministrazione Comunale di Sessa,  determinerà caos e fuga da Baia Domizia. Mai così male per i gestori dei Lidi e delle strutture della città balneare.

6- Il nuovo percorso Diocesano. Speranze e aggregazione.

images7V20BS98

La Fiaccolata di Maggio 2014, il rilancio dell’Azione Cattolica, le nuove aggregazioni parrocchiali e una intensa attività sul territorio: queste le nuove caratteristiche del percorso diocesano volute ed impostate dal nuovo Vescovo Mons. Orazio Francesco Piazza. Sicuramente, questo rilancio è un elemento importante dell’anno 2014.

 

7 – Eco 4: Cellole il Lodo e il pentimento di Giuseppe Valente

hhh

La politica locale trema. Il pentimento di Giuseppe Valente riporta all’attenzione dell’opinione pubblica un oscuro periodo di collusione tra camorra e politica. Alcuni personaggi del nostro territorio aurunco furono protagonisti di quelle tristi vicende. A farne le spese di cittadini: a Cellole, il lodo Eco4 va male e si prospetta un danno erariale di oltre sei milioni di euro a carico dei cittadini.

 

8 –  Arresto di Gaetano Di Lorenzo

ddddddd

E’ una notizia che fa rumore. L’arresto dell’ex boss di Sessa Aurunca Gaetano Di Lorenzo per scontare un residuo di pena avviene grazie all’ottima sinergia delle Forze dell’Ordine del Territorio. Seguirà un fenomeno sociale estremamente nuovo, sulla pagina di Generazione Aurunca,  si apre un dibattito tra operatori di giustizia associativi e parenti dell’arrestato.

 

9 – Tasse e Politica. La stanchezza dei cittadini

untitled

E’ l’anno della TASI e della TARI. Una valanga di imposte comunali e non, si abbattono sui cittadini del territorio. La gente è sempre più in difficoltà, ma le tasse aumentano. Intanto, la politica locale continua a giochicchiare con nomine, vecchie figure ed interessi vari. Gennaro Oliviero trasloca nel PD, Lorenzo Di Iorio cerca una candidatura alle regionali, Sinistra e destra sono a pezzi a Sessa Aurunca. Questa è la triste realtà politica locale.

10 – Associazionismo: Un fenomeno pieno di speranze

images7IIY5EPO

E’ l’anno dell’associazionismo e della speranza. A Cellole, nasce il Comitato Civico Cellolese grazie al lavoro de Il Cammello, a Carano anche. A Piedimonte, Cascano, Cupa, Rongolise, Sorbello, Ponte e San Castrese i comitati e le associazioni lavorano per il bene del territorio, scendendo in campo per aiutare la popolazione. La comunità O’Treppete è un fenomeno mediatico. L’associazionismo religioso è una conferma come a Carano e  Lauro. A Cascano nasce la Pro Loco. GCR prosegue la sua attività culturale e Generazione Aurunca diventa un riferimento territoriale Aurunco di mediazione sociale per il popolo tra azione ed informazione. Sono loro la speranza di rinascita del Territorio Aurunco.