Tanto rumore fece… che alla fine l’Amministrazione Comunale ha dovuto accogliere la proposta di Generazione Aurunca di addivenire urgentemente ad una transazione con l’Istituto Autonomo Case Popolari per limitare i danni della maxi richiesta di risarcimento per l’occupazione illegittima del terreno ove è stata costruita la Caserma dei Carabinieri.
Nella giornata di ieri, la Giunta si è riunita di fretta e furia per abbozzare una proposta di accordo con lo IACP, accordo che il Sindaco vantava di aver stipulato prima, cosa poi rivelatasi non veritiera.
Per lo più era apparso assurdo, oltre che dannoso per la comunità, il fatto che nonostante l’esistenza di un accordo si fosse nominato un Avvocato per difendersi in giudizio, con tanto di parcella salata (soldi dei cittadini).
la Transazione proposto dal Comune prevederebbe di versare ben 119.000,00 Euro all’Ente casertano per chiudere la vicenda. Una somma minore della richiesta iniziale, ma pur sempre molto pesante per il bilancio comunale.
Quello che appare da questa incresciosa vicenda sono, oltre ai palesi sotterfugi e insulti del Sindaco Silvio Sasso, anche una grave responsabilità di politici e dipendenti che nel passato non hanno controllato un elemento banale come la proprietà di un fondo dove si sta costruendo una opera pubblica.
Si prospetta una segnalazione alla Corte dei Conti da parte dell’Opposizione consiliare.
GA