La Corte dei Conti della Campania con la deliberazione n. 47\2014 ha dichiarato la non regolarità, del rendiconto del Gruppo consiliare “PARTITO SOCIALISTA EUROPEO – PSE”, per l’esercizio 2013, presieduto dal capogruppo Gennaro Oliviero.

Vengono contestate spese irregolari relative al personale e buoni pasto, rientranti nel filone di rilievi dei gruppi consiliari della Regione Campania, che ha coinvolto altri partiti e deputati.

Non è questa, la peculiarità che più ci incuriosisce, poiché di tali accuse di sperpero di danaro pubblico ne eravamo già abbondantemente a conoscenza, ma della scelta degli avvocati difensori da parte dell’On. Gennaro Oliviero.

Difatti, sono stati indicati quali legali di parte il  prof. avvocato Antonio Palma e l’avvocato Simona Scatola. già noti al Territorio Aurunco perchè nominati dalla  Giunte Comunali di Sessa Aurunca di Centrodestra e dalla società Incofarma. Questo binomio potrebbe far intuire che – presumibilmente – i suddetti procuratori siano stati indicati dall’Assessore Lorenzo Di Iorio.

Come mai Gennaro Oliviero ha scelto gli avvocati di fiducia di Lorenzo Di Iorio? Potrebbe essere stato un puro caso,  oppure un altro indizio di collaborazione politica che Generazione Aurunca aveva già accennato.

Intanto, diamo all’On. Oliviero l’in bocca al lupo sull’esito della sentenza.

GA

Sezioni Riunite Corte dei Conti n.32 del 2014