Si è avvalso della facoltà di non rispondere Pasquale Savanelli, il 52enne  imprenditore del settore ortofrutticolo di Teano arrestato il 27 maggio con l’accusa di aver ucciso a colpi d’arma da fuoco il collega, imprenditore Aurunco, Gennaro Galdiero, noto come il “re delle mele”.

Interrogato nel carcere di Santa Maria Capua Vetere dal GIP (Giudice Indagini Preliminari) Tommaso Perrella, per la convalida del fermo emesso martedì sera dal PM Pontillo, Savanelli, difeso dall’avvocato Antonio Mirra, pare sia apparso ancora in stato di choc e si è avvalso della facoltà di non rispondere e di non raccontare il movente del delitto. Il Gip deciderà in giornata se convalidare o meno il provvedimento restrittivo.

Dopo l’esame autoptico, conclusosi ieri presso il Nosocomio di Caserta, i funerali sono stati fissati per oggi pomeriggio, venerdì 30/5/2014 alle ore 15.00 presso la Chiesa di Baia Domizia.