Negli occhi degli operai della Intergroup di Sessa Aurunca, era chiaramente visibile l’incertezza per il prossimo futuro. Questa la prima impressione che la delegazione di Generazione Aurunca ha avuto nella giornata di ieri dopo un accorato incontro con i lavoratori della Intergroup di Sessa Aurunca. GA ha aderito all’appello degli operai, desiderosi di far conoscere le proprie paure e timori, su una vicenda che sembra complicarsi sempre più.

Sono, dunque, proprio gli operai locali e non solo a voler far sentire la propria voce fin ora ovattata dalle dispute amministrative tra il Comune di Sessa Aurunca e l’Azienda.

Ricordiamo che la Intergroup è una società di respiro nazionale con vari stabilimenti in tutta Italia e nel territorio aurunco,  ove precisamente stocca il Pet Coke. E’ infatti, un sito, quello di Sessa Aurunca, ove il materiale viene depositato, in attesa poi di ulteriori passaggi industriali.

Dopo la risoluzione dei problemi ambientali che l’avevano interessata nei mesi scorsi sulla SS Appia, ora l’azienda è in giudizio contro il Comune di Sessa Aurunca per una ordinanza che potrebbe, a breve, fermare ogni attività dell’impresa in terra aurunca.

L’azienda ha impugnato l’ordinanza al TAR e di cui nei prossimi giorni si deciderà la fase cautelare. Se l’azione giudiziaria non dovesse andar bene,  si prospetta la perdita del lavoro per tanti operai, molti dei quali locali. Nasce da questi presupposti, la richiesta da parte degli stessi di interagire con Generazione Aurunca. Essi hanno voluto , in primis, raccontare il loro dramma, le loro proccupazioni ed il silenzio assordante che circonda le loro esigenze.

Generazione Aurunca, pur non entrando nel merito della disputa tra Comune ed Azienda, che sarà decisa dall’Autorità Giudiziaria nel mese in corso, non poteva non essere sensibile alle istanze e all’appello dei lavoratori della Intergroup.

Ci preoccupa, il destino di tante famiglie e del lavoro nel Territorio Aurunco, tanto quanto, il problema ambientale. Due istanze, fondamentali che non debbono confliggere ma debbono interagire ed essere risolte con la ragionevolezza.

Chiara è la dichiarazione di Goffredo Scotti operaio della Intergroup di Sessa Aurunca: “Dopo 10 anni di lavoro con questa impresa, rischiamo di essere licenziati per un problema ammistrativo col Comune di Sessa Aurunca. Sono in ballo il destino ed il futuro di tanti lavoratori e delle loro rispettive famiglie“.

Carpino Luigi è, altresì, preoccupato: ” E’ una azienda che ha sempre rispettato il nostro lavoro di operai e che vuol ancora investire sul territorio. Ci meravigliamo che la politica locale, invece di collaborare ostacola lo sviluppo e mette a rischio tutti noi”.

Francesco Vallario, tra i primi operai dell’azienda: ” Sono 15 anni che lavoro in questa azienda e non è mai stato solevato nulla perchè ora si svegliano per un eventuale problema che risale a 25 anni fa? “.

E infine, Redo Ernesto evidenzia la sua rabbia: “ In questi mesi si è solo parlato dei rapporti tra l’azienda ed il Comune di Sessa ma mai del dramma di noi operai della Intergroup“.

Generazione Aurunca attende fiduciosa che tutto possa risolversi a favore del lavoro, dell’ambiente e del Territorio Aurunco e per far questo invitiamo tutti alla ragionevolezza, tutti uniti per il futuro della nostra terra.

10979404_10153081620237629_1189927402_nImmagineimages