E’ probabilmente la frattura politica più clamorosa degli ultimi anni nel territorio Aurunco, una frattura che ha determinato l’assenza di due Amministrazioni Comunali (Sessa e Cellole) ad una manifestazione in Baia Domizia ove era presente il Presidente della Regione Stefano Caldoro, il Vescovo Piazza, Onorevoli Regionali e numerose Autorità.
Cosa ha portato i Sindaci Tommasino ed Izzo ad arrivare al boicottaggio di un tale evento così importante (al di là delle mere scuse di invito o non invito)?
Probabilmente, essi non hanno gradito che il Presidente Caldoro, che non era mai venuto seriamente in veste Istituzionale presso i due comuni, abbia invece scelto la inaugurazione del Consorzio Aurunco di Bonifica.
Non è stato tollerato, dunque, il dato che il commissario Barretta, attualmente, ha un peso politico maggiore dei vari Tommasino, Izzo, Di Iorio, Oliviero ed altri.
In fondo i politici locali non hanno mai accettato la crescita di consenso e di peso di Angelo Barretta, soprattutto a Cellole.
Totalmente assente il centrosinistra territoriale, che a Sessa e Cellole, gode di luce riflessa dell’effetto Renzi, ma che stenta ad organizzarsi, ma che avrebbe fatto bene a presenziare ad una inaugurazione utile al bene comune e dei cittadini.
Nonostante, questi comportamenti di noncuranza nei confronti di Angelo Barretta, quest’ultimo in un eccesso di buonismo ha persino concesso la collaborazione con il Consorzio di qualche parente o amico di Amministratori e Consiglieri che tanto lo ostacolano, soprattutto a Sessa Aurunca.
Un fatto che per molte persone a lui vicine, soprattutto a coloro  della prima ora come il consigliere Sarno, è incomprensibile.
Ecco che, dunque, nasce il dilemma di molti osservatori e di migliaia di cittadini: Barretta, ora che non ha più scuse, è disposto a costruire una seria e grande alternativa alla cattiva politica di Sessa e Cellole?
E’ pronto ad organizzare una grande coalizione di persone di buona volontà e conquistare con altre forze innovative per il buongoverno, le Amministrazioni di Cellole e Sessa? E’ disposto ad essere federatore di un grande progetto di innovazione territoriale?
Se Barretta farà questa scelta, per molti a Cellole come a Sessa, sarà visto come un Liberatore, viceversa per tanti cittadini questa sarà stata una ennesima e grande delusione della politica Aurunca.
Generazione Aurunca