In queste ore si sono avvicendati eventi estremamente interessanti e clamorosi dal punto di vista politico che abbracciano anche il nostro Territorio Aurunco.

Partiamo con il PD. E’ in corso di consolidamento,  un accordo provinciale tra le anime Stellato-Graziano con l’On. Caputo; questo accordo predeverebbe, presuntivamente, l’indicazione di due candidati alla regione (Graziano ed una donna) su cui far convergere i voti dei due gruppi. Una mossa che ha lo scopo di rafforzare il segretario Vitale e controbbattere all’offensiva del gruppo Picierno. Questo accordo, però, mirerebbe anche ad un altro elemento: cercare di escludere Gennaro Oliviero dalla lista PD per traghettarlo nella Lista del Presidente.

Una operazione ancora in corso, ma che rimetterebbe in discussione il deputato Aurunco e che apre degli scenari nuovi non positivi per l’ex socialista. Le tensioni tra le varie anime, anche a Sessa Aurunca, si erano appalesate nei messaggi e negli stati su Facebook dei vari leader regionali e locali che, dunque, si conteranno sui vari referenti alle prossime regionali.

Oliviero, però, è un lottatatore, pertanto, non smette di macinare accordi. Si fa sempre più reale, quello a Cellole con il leader locale dott. Luigi Mascolo, per tramite, alcune parti della maggioranza comunale. Questa anticipazione che fu data in anteprima da Generazione Aurunca, si sta concretizzando in alcuni passaggi. Il voto dichiarato o quasi di alcuni politici vicini allo stimato farmacista Mascolo a favore di Gennaro Oliviero, l’abbozzo di un gruppo elettorale autonomo anche con frammenti della sinistra per depotenziare Angelo Barretta ed infine, da dato più clamoroso: le frizioni e il distacco politico tra Luigi Mascolo e Lorenzo Di Iorio.

Per molte settimane, in tanti, avevano pensato ad una finta manovra politica per mostrare dissidi per raggiungere (fintamente) divisi qualche comune obiettivo. Nelle ultime ore, però, trapela che tale allontanamento non è inverosimile o finto e nasca dalla lungimiranza del Dott. Mascolo che ha intuito una serie difficoltà politiche sulla candidatura di Lorenzo Di Iorio alle regionali.

Ecco il dialogo con Oliviero e una maggior apertura politica a Cellole, come è chiaramente visibile con i rapporti del Sindaco Aldo Izzo nel PD.

Scenari in continua evoluzione, ma è certo che ad un anno dalle elezioni comunali Centrosinistra e Centrodestra non esistono più e per molti, questa è una grande fortuna e speranza per la rinascita del territorio.

GA