Sessa Aurunca in controtendenza rispetto al dato nazionale delle primarie del partito democratico.

Vince, come previsto, la corrente di Michele Emiliano, che ha visto la convergenza tra l’area Ex socialista del PD, della ex Margherita e dell’area di Michele Schiavone, dove il capolista era proprio il figlio di quest’ultimo, Massimo.

Un risultato che sommando tutte le forze era prevedibile: 1350 preferenze per Emiliano. 190 quelle per l’ex Premier Renzi e stabile l’area Sgambato-Graziano, con le 159 per Orlando.

Un risultato per il duo Oliviero-Schiavone non esaltante stante i 2500 voti del partito appena un anno fa, ma sufficiente per dimostrare all’On. Picierno che l’ascia di guerra è stata lanciata.

 

Categorie: Politica