Il Sessano Marco Ardone non ha mai messo da parte la sua eterna passione per il calcio. Da qualche anno, infatti, dopo aver calpestano numerosi campi come calciatore, ha ottenuto il Patentino da Allenatore (UEFA B) ed ha immediatamente iniziato questa nuova avventura, con l’entusiasmo e la grinta che l’ha sempre contraddistinto. Non solo un “pratico” del calcio, ma anche un “teorico”: numerosi, infatti, sono stati i contributi tecnici che Marco ha fornito a riviste sportive e giornali di rilievo nazionale. L’ultimo suo lavoro, infatti, è stato pubblicato sul numero di Maggio de “Il Nuovo Calcio”, mensile sportivo di rilievo nazionale (foto in basso).

In questo fine settimana è arrivata per lui l’ennesima soddisfazione sportiva: i suoi ragazzi della Vis Sezze (allievi di età compresa tra i 15 e i 16 anni) hanno vinto il Campionato Interprovinciale Allievi Fascia B, con una giornata di anticipo, battendo, con un roboante 8 a 1, i ragazzi del Testaccio. Grazie a questo successo, la compagine rossoblù il prossimo anno disputerà il Campionato di Allievi Regionali (sia Fascia A che Fascia B).

Abbiamo incontrato Mister Ardone e gli abbiamo fatto qualche domanda.

Ciao Marco. Al secondo anno da allenatore arriva già la prima vittoria del campionato, cosa pensi di questa partenza sprint?

Iniziare bene ti da ancora più stimoli; già nel primo anno con un’altra società avevamo disputato una buona stagione con i ragazzi anno 2000 e 2001 e se pur mancando la seconda posizione solo all’ultima giornata, diversi di quei ragazzi poi nella successiva stagione sono approdati in campionati regionali di rilievo ed uno di loro addirittura in juniores nazionale, a dimostrazione del buon lavoro svolto. Quest’anno ho trovato una società strutturata bene e con programmi ben definiti e la vittoria del campionato va ad incorniciare una fantastica avventura.

Girone Romano per una matricola Latinense, avversari dello spessore del Real Tre Fontane e del Cisco. Qual è il segreto di questa vittoria?

Lavoro sul campo, studio continuo e tanta passione sono il mix perfetto; ricordo che a metà ottobre, dopo 10 giornate di campionato, la mia squadra era quarta in classifica con la quinta difesa del campionato ed il quinto attacco. I numeri mostrano chiaramente il percorso di crescita avuto grazie alla disponibilità di ragazzi umili che hanno sposato la mia filosofia di credere nel lavoro e nel miglioramento continuo negli allenamenti. Occorre tanto tempo, ma alla fine, col lavoro, i risultati arrivano.

Chi vuoi ringraziare?

Senza ombra di dubbio gli artefici di questa impresa sono solo i miei ragazzi, giocatori di 15/16 anni con una mentalità importante che hanno dato tutto per me e per i nostri colori ROSSO – BLU. A loro devo davvero tanto come al mio collaboratore Ulderico Mastrantoni, sempre al mio fianco pronto a supportarmi ma soprattutto a sopportarmi. Non può mancare un ringraziamento alla società tutta della VIS SEZZE rappresentata dal presidente MARCO GAETA, che ha creduto in me dal primo giorno e mi ha dato la possibilità di esprimermi al meglio.

Ora però la classica domanda sul futuro, dove potremo seguirti il prossimo anno? Eventualmente saresti pronto a fare il salto nel mondo degli adulti?

Fino al 30 giugno sono un allenatore della Vis Sezze e sono abituato a rispettare gli impegni assunti quindi anche se qualche telefonata è già arrivata, la priorità spetta a chi mi ha sostenuto quest’anno. Poi, ovviamente, saranno valutati i progetti e gli obiettivi personali. Gestire ragazzi tra i 15 e i 17 anni e tra le cose più difficili da fare, considerata la fase delicata di crescita. Non mi pongo limiti sulla categoria, prima squadra o ancora settore giovanile al momento non fa differenza ma l’importante è lavorare in una società con progetti chiari, che sposa la mia metodologia e il mio modo di fare calcio.

 

A Marco e ai tanti Aurunci eccellenti migrati altrove andrà sempre la nostra stima e il nostro rispetto. Continueremo a dar voce a quanti, a vario titolo, portano in alto il nome della nostra terra.

Foto Articolo per Rivista Mensile “IL NUOVO CALCIO – MAGGIO 2018”

Esultanza dei ragazzi