Prima di esporre le proposte su Baia Domizia, è opportuno fare una premessa:  Non c’è nulla di peggio, nella scienza del turismo, dell’improvvisazione.

Quella improvvisazione, permetteteci di definirla dilettantesca,  che è stata il filo conduttore da tanti anni nella gestione turistica di Baia Domizia, sia relativamente a Sessa Aurunca che a Cellole.

E’ ancora vivo il ricordo dell’estate scorsa, allorquando, i due comuni aurunci accavallarono manifestazioni ed eventi e ci furono vere e proprie dispute tra commercianti, Pro Loco ed Amministrazione Comunale. Ne uscì fuori una stagione pessima che ha duramente colpito gli operatori del settore.

Non possiamo più permetterci di ripetere questi errori, ecco, dunque, perchè è fondamentale programmare con cura e con tempo  l’intero programma estivo, non solo di intrattenimento,  ma anche di gestione turistica a 360 gradi.

Ciò dovrebbe avvenire nei mesi invernali, impegno che sistematicamente non avviene.

Come ha analizzato Annamaria Testa, esperta di comunicazione del turismo:  Ai turisti non interessa che possiamo offrirgli, in teoria, di tutto e di più. Gli interessa, in pratica, di poter fare bene quel poco che hanno sognato e programmato di fare, in quei quattro giorni o in quel giorno e mezzo: arrivare in una stazione decentemente pulita o in un aeroporto che consegna i bagagli in un tempo ragionevole.  E poi trovare un taxi, magari con un tassista che capisca quello che gli stanno domandando. Andare a visitare un monumento o un museo e non restare con un palmo di naso perché è chiuso per qualche motivo incomprensibile. Bersi un caffè in una piazza e non pagarlo 20 euro. Camminare per strade non luride, o lungo sentieri e spiagge ben tenuti. Dormire in un albergo il cui servizio corrisponda al livello dichiarato. “

Baia Domizia, pertanto, deve adeguarsi a queste richieste di base, a questi parametri essenziali. Ha le risorse,  ma non ha un adeguato coordinamento né un marketing.

L’impegno dell’Avv. Alberto Verrengia che da 40 anni villeggia nella località balneare e da sempre ne fa un pilastro del suo impegno politico è deciso e chiaro: ” Se i cittadini ci consentiranno di amministrare il Comune di Sessa Aurunca, nel 2017 Baia Domizia vivrà il più imponente piano di promozione nazionale ed internazionale della sua storia attraverso i contatti raccolti in questi anni di viaggi e di conoscenze personali nell’ambito turistico. Su questo impegno sono pronto a metterci la faccia.”

Siamo anche consapevoli che i fondi pubblici sono pochi, ecco perchè, ci permettiamo di consigliare di investirli in attività promozionali e non di mero intrattenimenti di basso livello. Baia Domizia non merita i Gigione (con grande rispetto per l’artista, ma incompatibile con l’idea che noi abbiamo di rilancio turistico della località balneare), ma iniziative culturali, enogastronomiche, sportive che siano di attrazione, ma anche di prestigio.

Dobbiamo ridare a questa località il giusto orgoglio e non dobbiamo aver timore di dire che Baia Domizia ha uno standard  di qualità balneare, ambientale e di relax  di ottimo livello.

Nella perniciosa divisione gestionale tra Baia Domizia di Sessa e quella di Cellole, negli anni l’incomunicabilità che è esistita tra i due comuni,  ha portato ad un arretramento economico della nostra stupenda cittadina balneare.

Anche quando ci sono state affinità politiche, come per l’ultimo quinquienno, Sessa e Cellole hano viaggiato su due binari distinti e distanti, lasciando Baia Domizia nel dimenticatoio, senza una programmazione nè comune ma neanche separata.

Ciò perchè da sempre è mancato un coordinamento organizzativo tra i rispettivi assessorati. Tutto è stato lasciato al caso, all’anarchia. Baia Domizia è riuscita a sopravvivere grazie a se stessa, alla sua bellezza, all’amore che tanti turisti e proprietari di ville che ancora le riservano.

Dunque ecco i punti primari di una buona politica di rilancio di Baia Domizia, che dovranno essere integrati, migliorati e rifinisti tramite un consulto con gli operatori del settore della città balneare:

 

  • Impegnarsi seriamente su un piano marketing univoco, chiedendo collaborazione ad esperti ed agenzie di profilo internazionale, per posizionare Baia Domizia in una ottica più evoluta ed organizzata di promozione turistica nazionale ed internazionale
  • Allungamento della stagione turistica (ora limitata ad un mese e poco più) attraverso forme di incentivazione, eventi e promozione per i mesi che vanno da Marzo ad Ottobre.
  • Programmazione della stagione balneare dal gennaio dell’anno corrente, per evitare improvvisazioni
  • Coordinamento tra i Comuni di Sessa Aurunca e Cellole dei rispettivi Sindaci,  assessorati competenti, nonchè degli uffici comunali
  • Individuazione di nuove aree parcheggio
  • investimento nel turismo green (che vale 12 miliardi ed oltre 100 milioni di visitatori) con il rilancio della Pineta nord, della ciclabilità totale di Baia Domizia, della limitazione delle auto, degli eventi sulla spiaggia, della tutela della macchia mediterranea e del lungo fiume Garigliano
  • Collegare in maniera efficace Baia Domizia con il restante territorio aurunco: creare modalità di collegamento tra stazione ferroviaria e cittadina, creare una rete di chiara informazione su Taxi e NCC, provvedere a un miglioramente del trasporto da e per Baia Domizia e di contatto con Sessa Aurunca e Cellole, per permettere visite guidate o partecipazione a mercati, feste ed altro.
  • continuare ad investire e promuovere Baia Domizia sulla qualità della balneazione.
  • Individuare una grande caratterizzazione territoriale (prodotto, evento culturale, sportivo, esposizione, sagra o altro) che sia annuale e che dia a Baia Domizia un respiro nazionale.

Di idee ce ne sarebbero tante, queste sono quelle basilari.

Alberto Verrengia sin da ora, in nome della identità aurunca comune e dell’amore per Baia Domizia, si impegna da subito a favorire questo connubio. Sessa e Cellole mai più divise, ma unite con decisione per il bene di Baia Domizia e su questo batteremo i pugni sul tavolo.

10361309_10152984687152468_2105630475282259760_n 11011180_10154085604267468_5089039214780301358_n