E’ in edicola il testo poetico del concittadino Arcangelo Vitolo, un libro di poesia dal titolo ” Poeta per un pelo” che ci ha particolarmente colpito per la capacità espressiva e l’intensa passionalità dei versi. Arcangelo, classe 1983, è un aurunco riflessivo e arguto e ci ha illustrato l’essenza del suo libro in questa breve intervista.

 

 Arcangelo, innanzitutto complimenti per lo spirito di iniziativa che un cittadino aurunco come te ha dimostrato. Quale percorso ti ha portato a “Poeta per un Pelo”?

“È nato tutto per gioco e per me è ancora così e credo che lo sarà sempre, mi diverte scrivere, è uno sfogo, un modo per rileggere in momenti diversi il mio pensiero…”

 

 Quale messaggio è intrinseco ai tuoi testi, quali sentimenti, quali desideri?

“Io parlo sempre d’amore, per le donne, per la vita, scrivo ciò che non sarei mai capace di dire a voce, cerco a mio modo di buttare fuori quello che ho dentro, anche se quello che hai dentro non si riesce mai ad esprimere come si vorrebbe…”

 

Qual è il tuo rapporto col Territorio Aurunco e cosa potrà dare a questa terra questo tuo ottimo lavoro?

“Chiamarlo ottimo lavoro potrebbe offendere chi il poeta lo fa seriamente, quindi chiamiamolo un simpatico lavoro, per quanto riguarda il mio rapporto col territorio aurunco posso dire che se fossi nato a Milano o magari a Roma non avrei avuto tutto questo tempo per giocare a fare il poeta…

E comunque io amo la mia terra!!!”

 

Generazione Aurunca