L’articolo apparso quest’oggi a firma dello stimato concittadino Aurunco Gianpaolo Porreca sull’inserto di Caserta de Il Mattino, ha ripostato l’attenzione sul una bellezza archeologica di Sessa Aurunca che merita un rilancio definitivo: il Ponte Ronaco.

I lavori di ristrutturazione sono andati a rilento ed ora si avviano stancamente al termine. Il ripristino è importante, ma esso merita di essere accompagnato con la promozione del sito archelogico, altrimenti avremo una ulteriore cattedrale nel deserto come sono, ahinoi, la Piazza Tiberio ed il Teatro Romano.

Il dott. Porreca ed Alberto Verrengia in un piacevole confronto, nelle scorse giornate,  hanno evidenziato quali sarebbero gli interventi minimi e necessari per rendere vivo e vivibile quel sito, trasformandolo in un Parco Archeologico con Belvedere ed Area Pic Nic.

Primo punto fondamentale: Messa in sicurezza del Ponte Romano. Attraversarlo ora è pericoloso per l’incolumità dei visitatori, pertanto, sarebbe opportuno procedere all’apposizione di Cordoli-Ringhiera-passamano-barriere ai lati del Ponte per poterlo attraversare senza pericolo.

Secono intervento urgente: bonifica dei Vani archi posti ai piedi della struttura romana. Il dott. Porreca ha evidenziato che ad oggi esiste una selva di rovi e di sporcizia varia che deve essere rimossa. Tutti gli archi devono essere ripuliti adeguatamente per far risplendere il sito archeologico.

Terzo intervento: Illuminazione del Ponte e completamente e ripristino illuminazione strada di accesso. GA con un sopralluogo qualche tempo fa verificò che le luci sulla strada di accesso al Ponte Ronaco erano malfunzionanti, ne sollecitiamo il ripristino. Così come appare fondamentale a titolo di promozione turistica l’apposizione di luci a led di risparmio energetico che illuminino in basso ed alto il Ponte, facendolo divenire una perla anche notturna.

Infine: Area Pic Nic. Oltre al necessario parcheggio in costruzione, l’idea più coinvolgente sarebbe quella di trasformare i dintorni del Ponte in Area Pic Nic con l’apposizione di tavoli di legno e panche, cestini, anche gazebi di legno e parco giochi per bambini. Diverrebbe un luogo di diversivo per tante famiglie sessane e di turisti.

Queste le nostre idee, molte delle quali già indicate nel 2009 nel libro UN SOGNO AURUNCO.

Noi siamo disposti a collaborare e aiutare le amministrazioni attuali e future a realizzare tutto ciò.

GA

480524_484192038257506_1737113749_n378296_484196268257083_947072738_nponte ronaco