Il 16 aprile scorso si è svolta presso la sala della Biblioteca del Liceo Classico “Agostino Nifo” di Sessa Aurunca la cerimonia conclusiva della II edizione del Concorso di Scrittura Creativa “Premio Perrotta”, intitolato alla compianta insegnante di Lettere dell’Istituto, Clelia Perrotta, che è scomparsa prematuramente nel 2012, ma il cui ricordo di persona dalla profonda sensibilità e docente di grande cultura è ancora vivo tra i colleghi e gli alunni che l’hanno conosciuta.  Al Concorso hanno partecipato studenti provenienti da numerose scuole superiori del territorio aurunco e dintorni: lo stesso Liceo “Nifo”, il Liceo Scientifico “Ettore Majorana” e l’ISISS “Taddeo da Sessa” di Sessa Aurunca, l’ISISS “Ugo Foscolo” di Teano, il Liceo Statale “Luigi Garofano” di Capua e il Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Vairano Patenora. Circa sessanta gli elaborati precedentemente pervenuti e affidati al giudizio di due Commissioni esterne: per il concorso in Lingua inglese la Prof.ssa Dafne Tagliani, già docente di Inglese presso il Liceo Classico “A.Nifo”, e la Prof.ssa Silvia Vanacore, docente di Inglese dell’I. C. “Caio Lucilio”; per il percorso in Lingua italiana: la Prof.ssa Anna Maria Vecchione, già docente di Lettere presso il Liceo Classico “A.Nifo”, Prof. Antonio Bosso, già docente di Lettere presso il Liceo Scientifico “E. Majorana”, e il Prof. Pietro De Santis, già docente di Lettere presso il Liceo Classico “A.Nifo”. I temi, da svolgere sotto forma di fiaba, novella o racconto, in lingua italiana o in lingua inglese, sono stati presentati dalla Prof.ssa Marina Gallucci, facente parte della Commissione interna organizzatrice del Concorso insieme alla Prof.ssa Cristina di Pietro e alla Prof.ssa Pierina Rozera, e poi interpretati in vario modo da alcuni studenti del Liceo Classico “Nifo”. Tutti molto vicini al mondo dei giovani, i temi erano così articolati: 1) “Da un terreno arido può nascere un fiore”: dal bullismo all’amicizia; 2) “Una mano tesa”: una storia di pace e di speranza; 3) “Inseguendo un aquilone”: un sogno da conquistare. Al primo è stato dedicato un momento di riflessione con l’alunno Antimo Ianniello, seguito da un monologo recitato dall’allievo Emanuele Prassino con accompagnamento musicale del brano “Guerriero” di Marco Mengoni, interpretato dalla studentessa Adua Masi. Per il secondo tema l’allieva Martina D’Iorio ha interpretato la poesia “Luce, amore, pace” di Laurence Housman e l’alunna Simona Feole ha eseguito il brano “il mondo che vorrei”. Per il terzo la studentessa Maria Bertolino ha interpretato la poesia “Bambino” di Alda Merini, mentre le allieve Elvira Virgilio e Rosalia Ferrante hanno eseguito un ballo sulle note di “Ho imparato a sognare” di Fiorella Mannoia. L’evento,  che anche quest’anno ha suscitato grande commozione, è stato arricchito da altri momenti musicali: in particolare, gli studenti Francesco Maliziano e Genny Antinozzi hanno eseguito, l’uno con la chitarra, l’altra con la tastiera, “Imagine” di John Lennon. Si è quindi proceduto alla proclamazione dei vincitori da parte dei componenti delle Commissioni giudicatrici, i quali hanno voluto precisare che tutti gli elaborati avrebbero meritato un premio per l’originalità creativa e la capacità di rielaborazione dei contenuti, ma, tuttavia, per quelli risultati vincitori si è registrata la formulazione concorde di un giudizio di maggior apprezzamento. Il premio unico di € 150 per la Sezione di Lingua Inglese è stato quindi assegnato al racconto “You mustn’t surrender” di Martina Rocco, allieva della classe II B del Liceo Classico “Nifo”.

I vincitori per la Sezione di Lingua italiana sono invece risultati:

I Classificato, premiato con la somma di € 200, il racconto “Questioni di stoffa” di Carlo Filippelli, alunno della classe V A del Liceo Classico “A. Nifo”; II Classificato, a cui è stata assegnata la somma di € 150, il racconto “Sogna e non smettere mai di crederci” di Rosamaria Truglio, frequentante la classe I A del Liceo Classico “A. Nifo”; III Classificato, premiato con la somma di € 100, il racconto “Un orizzonte diverso” di Antimo Ianniello, allievo della classe IV B del Liceo Classico “A. Nifo”.

A tutti i concorrenti è stato consegnato un attestato di partecipazione. Un ringraziamento particolare va al Dirigente Scolastico dell’I. S. “A. Nifo”, Prof. Giovanni Battista Abbate, che ha istituito il premio, alla famiglia della Prof.ssa Perrotta per la partecipazione e, soprattutto, a tutti gli studenti che hanno concorso, perché mettendo su carta i loro freschi pensieri hanno permesso la realizzazione dell’evento, che vuole trasmettere il ricordo dell’amata Clelia alle nuove generazioni di studenti, offrendo loro un’occasione di arricchimento umano e culturale.

Prof. Marina Gallucci

Alcune foto dell’evento

13087593_1126931467359394_683105429064513609_n 13043712_1126931560692718_9157308570822568413_n